Questo sito web utilizza i cookie per migliorare la navigazione. Utilizzando il sito si intende accettata la Cookie Policy. Se vuoi saperne di piu' sull'utilizzo dei cookie nel sito e leggere come disabilitarne l'uso, leggi la nostra informativa estesa sull'uso dei cookie.

Fondazione Fratelli di San Francesco di Assisi nata grazie all’Arcivescovo di Milano Carlo Maria Martini e a Frate Clemente Moriggi

CMLa lungimiranza del Cardinale Martini e l'opera di Frate Clemente Moriggi hanno donato alla città di Milano uno strumento straordinario per assistere le persone più fragili e indifese Quando si parla della Fondazione Fratelli di San Francesco, non si può non parlare di Frate Clemente Moriggi; una vita dedicata agli ultimi, mani e anima di un Centro che ad oggi aiuta, assiste ed integra nel tessuto sociale centinaia di persone ogni giorno. "Nessuna fragilità deve essere dimenticata, tutti noi abbiamo il dovere di tendere la mano a chi ci chiede aiuto; dalla persona anziana e sola al malato, dal minore a chi dorme per la strada, dalle famiglie italiane alle persone straniere che fuggono dai loro paesi per guerre o persecuzioni.

" La Fondazione dei Fratelli di San Francesco nasce grazie al Cardinale Carlo Maria Martini. Nel 1999 a lui si deve la concessione degli spazi di via della Moscova 9 a Milano, per accogliere i poveri. Durante una visita, il Cardinal Martini vedendo tanta gente alla mensa dei poveri, domanda a Fr Clemente Moriggi: "Cosa sta succedendo?". Fr Clemente risponde "sono molti i poveri e bisognosi che ci chiedono aiuto". Gli mostra poi gli spazi in disuso di proprietà della Diocesi: "Pensi quanti poveri potremmo aiutare in questo luogo". Da quel momento non passano neanche 24 ore che giunge la chiamata del Vicario Generale Giovanni Giudici per dare avvio al tutto. Fr Clemente Moriggi ricorda ancora il pensiero del Cardinale: "Vorrei avere cento case in Diocesi, perché è dalle nostre scelte di oggi che nascerà il mondo futuro basato sulla multietnicità. Non nascerà subito la cultura dell'amore, ma quella della pa-cifica tolleranza".

Nel 1999 Frate Clemente Moriggi, grazie all'aiuto dei primi volontari, comincia la distribuzione di cibo caldo, sotto un grande tendone nel cortile di via Bertoni. Vengono inoltre approntati un piccolo ambulatorio medico e uno studio dentistico in due container.

Nel 2000, con grandi sforzi, riesce ad avviare il servizio di Poliambulatorio medico e studio dentistico. Sempre nello stesso anno vengono aperte le due comunità per assistere i minori. La Comunità educativa di pronto Intervento Madre Teresa di Calcutta per minori stranieri non accompagnati e la Comunità educativa Residenziale Santo Stefano il Grande. Il lavoro incessante di frate Clemente Moriggi per aiutare i più fragili prosegue occupandosi degli anziani milanesi. Inizia il servizio di Portierato Sociale per assistere gli anziani soli che abitano nelle periferie della Città. Per la meritoria attività svolta la Fondazione Fratelli di San Francesco viene insignita della Medaglia D'oro e dell'attestato di Benemerenza Civica dal Sindaco Gabriele Albertini.

Dal 2001 il servizio di consegna pasti agli anziani diventa quotidiano (inizialmente veniva effettuato nel mese di agosto).

Nel 2002 viene avviato il servizio "Il Buon Samaritano" Unità Mobile notturna che uscendo tutto l'anno, porta conforto ogni sera a circa 70 senza fissa dimora. Aumentano i volontari al fianco di Fr. Clemente Moriggi e il Poliambulatorio della Fondazione Fratelli di San Francesco riesce ad aiutare un numero sempre maggiore di persone. Ora il Poliambulatorio effettua circa 40.000 interventi l'anno.

Nel 2006 Frate Clemente Moriggi inizia il progetto "DAL CARTUN AL MATUN", rivolto ai senzatetto. L'obiettivo è dare loro una stabilità dalla quale partire per un reinserimento nella società. Nasce così la Casa della Solidarietà di via Michele Saponaro 40 per l'accoglienza dei senza fissa dimora.

Nel 2007 viene trasferita la mensa dei poveri dal convento di Sant'Angelo a via Saponaro 40. La Provincia di Milano consegna a Frate Clemente Moriggi il "Premio Isimbardi – Giornata della Riconoscenza 2007" Per combattere la solitudine degli anziani soli,

nel 2008 nasce il servizio di "telefonata amica". Nello stesso anno viene consegnato a Frate Clemente Moriggi il "Sigillo Longobardo" da parte di Regione Lombardia.

2011 presso la Casa della Solidarietà, vengono accolti i profughi accampati in Stazione Centrale e provenienti dall'Emergenza Nord Africa.

Nel 2012 parte il progetto sperimentale di accoglienza dei minori stranieri non accompagnati presso la sede di via Calvino. Si aggiunge l'accoglienza di senza fissa dimora nelle strutture di V.le Isonzo 11 e C.so Lodi 4 messe a disposizione dalle Ferrovie dello Stato. Viene consegnato a Frate Clemente Moriggi il "Premio Isimbardi" – Giornata della Riconoscenza 2012" alla presenza del Cardinale Angelo Scola. Proseguendo con l'obiettivo di preservare la dignità dei più fragili e aiutarli a ricostruire la loro vita, Clemente Moriggi avvia il Centro di Autonomia Abitativa di via Novara 451. Inizia l'emergenza sociale legata ai profughi che arrivano in gran numero a Milano. La Fondazione Fratelli di San Francesco accoglie i profughi presso la Casa di San Zenone al Lambro.

Nel 2015, in occasione del piano antifreddo del Comune di Milano, Fr. Clemente Moriggi avvia l'accoglienza nei Centri di via Lombroso e via Fratelli Zoia. Nello stesso anno inizia la collaborazione con la Strada coop. Sociale, A Piccoli Passi, Piccolo Principe cooperativa sociale, I Percorsi.

Nel 2016 la fondazione F.lli di San Francesco di Assisi vince il bando della Prefettura per la gestione del Centro di accoglienza per profughi dell'ex caserma Montello, a Milano. Inizia la collaborazione con Consorzio Farsi Prossimo, Angel Service e City Angels per consegnare i pasti a casa degli anziani soli.

Tra il 2016 e il 2017 cessano alcune attività e iniziano nuovi progetti. Vengono aperte l'Unità sperimentale di accoglienza in pronto intervento Casa della Gioia e Unità sperimentale di accoglienza in pre autonomia– di P. le Lodi. Contestualmente viene chiuso il Centro di via Calvino.

Nel mese di aprile 2017 viene chiuso il Centro di Accoglienza di via F.lli Zoia. A dicembre termina la gestione del Centro di accoglienza straordinario ex Caserma Montello. Vengono aperte l'Unità sperimentale di accoglienza in pronto intervento San Paolo e l'Unità sperimentale di accoglienza in pre-autonomia San Paolo di Via Saponaro 40.

Ogni giorno una nuova sfida per aiutare le persone fragili: anziani, minori, famiglie, profughi... i cui bisogni continuano a mutare aspetto ma nella sostanza restano sempre gli stessi

Seguici su:

joomla social media module
IMAGE Eco della solidarietà n°2/2015
Martedì, 23 Giugno 2015
Con piacere pubblichiamo il secondo numero dell'anno dell'Eco della Solidarietà che riporta i seguenti articoli:• Le stagioni della scuola – a... Read More...
IMAGE LASCITI TESTAMENTARI
Mercoledì, 30 Settembre 2015
La generosa lungimiranza di persone che hanno destinato il proprio patrimonio credendo nel nostro impegno ci ha permesso di realizzare grandi... Read More...
IMAGE l’Eco della Solidarietà, n.3 2015
Martedì, 29 Settembre 2015
In questo numero:• Editoriale a cura di Fr Clemente Moriggi• Ecco i nostri numeri di questa torrida estate• Una scuola per tutti• Dossier:... Read More...

Video in Evidenza

  • Cattura