Questo sito web utilizza i cookie per migliorare la navigazione. Utilizzando il sito si intende accettata la Cookie Policy. Se vuoi saperne di piu' sull'utilizzo dei cookie nel sito e leggere come disabilitarne l'uso, leggi la nostra informativa estesa sull'uso dei cookie.

In ricordo di Lorenzo Raguseo, un ospite della nostra Casa

raguseo2

Lorenzo Raguseo
Nato il 10-08-1948
Morto il 13-10-2017

Una stella si è spenta a Gratosoglio nella cosiddetta" casa Gialla". Una stella che illuminava e scaldava.
Un uomo semplice, giocoso e sereno che sapeva cogliere gli aspetti positivi della vita. Creava attorno a sé serenità.
Svolgeva un piccolo servizio all'interno della casa e chiamava tutti: fratello o amico.
Aveva creato un'empatia stupenda con i nostri ospiti.


Sapeva fare una sottile ironia degli eventi che capitavano attorno a sé e anche della propria vita (la dimostrazione della sua amicizia è la presenza qui di molti ospiti della casa).
Tutti noi sentiremo la sua mancanza perché sapeva mettere la sua vita a disposizione di tutti.
Aveva elaborato dentro di sé la sua malattia e la sofferenza (sua andata al santuario di P. Pio di Pietralcina).
Ha sopportato la malattia con dignità ed è morto serenamente sapendo a cosa andava incontro.
Preso conoscenza che non era stato battezzato dai suoi genitori chiese in questi ultimi mesi con insistenza il battesimo e i sacramenti dell'iniziazione cristiana. Il battesimo gli è stato conferito il 21 settembre u.s attorniato da tutti noi e al termine della funzione, volle fare una foto con tutti gli amici presenti. Mi prese la mano, mi ringraziò e mi disse: sono felice.
Spese volte dal balconcino della mensa di Saponaro guardando la statua della Madonnina posta nel cortile ripeteva spesso: "Mi raccomando voglio essere sepolto qui ai piedi della Madonnina", e sempre una lacrima compariva sul suo volto.
All'Hospice di via Ripamonti dove era ricoverato chiedeva sempre di noi, dei suoi amici ospiti della casa gialla, e mi chiedeva sempre di partecipare alla santa Messa e quando riceveva la santa eucarestia la gioia si vedeva in volto.
In lui oggi si adempie come dice il vangelo di San Giovanni: "Viene l'ora in cui tutti coloro che sono nei sepolcri udiranno la sua voce e usciranno. Quanti fecero il bene per una resurrezione di vita e quanti fecero il male per una resurrezione di condanna". GV 5,21-29
Lorenzo già pregusta la gioia della visione beatifica in cielo ed è in attesa della sua resurrezione perché ha saputo seminare il bene dentro se' e attorno a sé. Noi ne siamo testimoni.
Lorenzo ti ringraziamo per essere stato accanto a noi.

Seguici su:

joomla social media module
IMAGE Eco della solidarietà n°2/2015
Martedì, 23 Giugno 2015
Con piacere pubblichiamo il secondo numero dell'anno dell'Eco della Solidarietà che riporta i seguenti articoli:• Le stagioni della scuola – a... Read More...
IMAGE LASCITI TESTAMENTARI
Mercoledì, 30 Settembre 2015
La generosa lungimiranza di persone che hanno destinato il proprio patrimonio credendo nel nostro impegno ci ha permesso di realizzare grandi... Read More...
IMAGE l’Eco della Solidarietà, n.3 2015
Martedì, 29 Settembre 2015
In questo numero:• Editoriale a cura di Fr Clemente Moriggi• Ecco i nostri numeri di questa torrida estate• Una scuola per tutti• Dossier:... Read More...

Video in Evidenza

  • Cattura